Spazzole per lavapavimenti, spazzatrici e monospazzole: il segreto per una pulizia perfetta

Spazzole per lavapavimenti, spazzatrici e monospazzole: il segreto per una pulizia perfetta

Accessori

Una spazzola non è solo una spazzola

Una macchina per pulire può essere di qualità, ma se si scelgono spazzole non adatte il risultato potrebbe essere pessimo! Proprio come i pneumatici per la Formula 1, è necessario scegliere quelli più adatti alla situazione specifica, per ottenere le migliori prestazioni e la migliore performance!

Il Circolo fattoriale di Sinner ci ricorda come sia importante l’azione meccanica per asportare al meglio lo sporco, oltre che la temperatura, l’azione chimica e il tempo di contatto. E proprio per questo le spazzole sono una parte fondamentale: perché influiscono direttamente sull’efficacia dell’azione meccanica e sul grado di pulizia che si ottiene.

La spazzola… perfetta!

La spazzola è fondamentale: è necessario che venga controllata visivamente periodicamente ed in alcuni casi anche lavata (è consigliabile per le spazzole delle lavapavimenti).
Infatti le spazzole sono la parte della macchina per pulire a diretto contatto con lo sporco, quindi è importante siano sempre perfette e pronte a pulire efficacemente i pavimenti.

COME MANTENERE UNA SPAZZOLA EFFICIENTE:

1.
Nelle spazzole a rullo avere cura di non raccogliere corde, reggette e tutto ciò che può avvolgersi alla spazzola danneggiandola o rendendola inutilizzabile.

2.
Sostituire le spazzole al momento giusto garantisce un ottimo risultato di pulizia. Su alcune spazzole c’è un indicatore di consumo che rende semplice il controllo in qualunque momento.

Ma com’è fatta una spazzola?

Tutte le spazzole hanno un supporto (chiamato corpo, o anche fusto) composto di tante sedi: in questi settori vengono fissati vari ciuffi di setole. I supporti possono essere costituiti di:

  • materiale plastico (motoscope e lavapavimenti)
  • di cartone
  • di legno (solo motoscope).

Naturalmente il fusto in plastica è quello che garantisce una maggior affidabilità perché non si deforma anche se viene bagnato.

Man mano che la setola si consuma, si avvicina al supporto e maggiormente la setola diventa rigida e perde le caratteristiche di flessibilità che permettono di raccogliere o rimuovere lo sporco. Per questo è importante sostituirle al momento giusto!

Tipi di spazzole

SPAZZOLE PER LAVAPAVIMENTI

Le spazzole a rulli vengono utilizzate con le lavapavimenti e servono oltre che per rimuovere lo sporco anche ad asportarlo caricandolo nel contenitore.

Le spazzole a disco servono per lavare ed hanno una azione più efficace nel rimuovere lo sporco aderente rispetto ai rulli, siccome per la sua struttura, le setole possono sostenere una maggiore pressione trasferendolo al suolo.

Spazzola a rullo

Spazzola a disco

Spazzola laterale

Sistema Dust Buster RCM

SPAZZOLE PER SPAZZATRICI

La spazzola a tazza è chiamata comunemente spazzola laterale, siccome sporge dai lati della motoscopa. Le spazzole a tazza vengono utilizzate soprattutto per pulire lungo i perimetri, portando al centro lo sporco per essere raccolto dalla spazzola centrale.

Grazie al sistema di aspirazione sulle spazzole larterali Dust Buster di RCM, le spazzole laterali possono essere utilizzate anche per aumentare la resa della macchina, senza sollevare polvere.

Tipi di setole

LE SETOLE DELLE SPAZZOLE A DISCO

Le spazzole a disco sono costituite di:

  1. setole naturali e PPL, per il lavaggio della moquette (monospazzola) e per le superfici delicate (lavasciuga);
  2. bassina, per la lucidatura delle superfici cerate;
  3. nylon, per le pulizie di manutenzione di fondo;
  4. tynex, per gli interventi di rimozione di spessori consistenti;
  5. metallo, Ferro ottone e acciaio per il lavaggio delle superfici irregolari di cemento;
  6. mischia, per la pulizia dei pavimenti con rilievi o di sicurezza.

Esiste poi una particolare spazzola costituita da diversi tipi di setole di durezza adeguata per svolgere interventi molto aggressivi e di lucidatura. Richiedila: scrivici per maggiori informazioni.

Mentre, per la pulizia e il trattamento del legno si utilizzano delle speciali retine di metallo (scotch-mesh) di diversa puntinatura o grana che abradono e levigano la superficie durante tutte le varie fasi dell’intervento, da utilizzare con una monospazzola.

 

LE SETOLE DELLE SPAZZOLE A TAZZA

Le setole delle spazzole a tazza sono costituite da questi materiali:

  1. setole di polipropilene (PPL), nella grande maggioranza dei casi;
  2. polipropilene (PPL) sottile, per raccogliere la polvere fine;
  3. tampico, per le superfici particolarmente delicate;
  4. misto acciaio, per sporco pesante su superfici grezze;
  5. acciaio, per sporco tenace superfici grezze.

 

LE SETOLE DELLE SPAZZOLE A RULLO

Le spazzole a rullo possono essere costituite da:

  1. setole di polipropilene (PPL), nella grande maggioranza dei casi,
    sia per lavasciuga che per spazzatrice;
  2. polipropilene (PPL) sottile, per raccogliere la polvere fine,
    soprattutto per le spazzatrici;
  3. tampico, per le superfici particolarmente delicate,
    sia per le lavasciuga che per le spazzatrici;
  4. misto acciaio, per sporco pesante superfici grezze,
    per lavasciuga e spazzatrici;
  5. tynix, per sporco tenace su superfici grezze,
    sia per lavasciuga che per spazzatrici.

Potete utilizzare la ricerca del sito e trovare la macchina più adatta alla vostra necessità. Se cercate una spazzola specifica, contattateci con il modulo qui sotto, per avere tutte le informazioni sul prodotto più efficace per le vostre esigenze!

CHIEDI INFORMAZIONI


* obbligatorio

PRODOTTI SELEZIONATI (/4)