Pavimenti perfettamente puliti. Cos’è il circolo fattoriale?

Tipi di sporco

Le tecniche di pulizia e i fattori che consentono il miglior risultato: ecco come pulire più efficacemente e con la miglior resa economica del proprio lavoro.

Il circolo fattoriale (o cerchio di Sinner) è la combinazione dei fattori che concorrono ad ottenere la migliore azione di rimozione dello sporco aderente e la miglior resa economica del lavoro. Azione chimica, temperatura, tempo di contatto e azione meccanica sono i fattori che determinano l’efficacia dell’azione di pulizia.

I quattro punti saldi del circolo fattoriale

Azione chimica del circolo fattoriale

Azione chimica
È data dalla soluzione del prodotto chimico più adeguato al tipo di sporco da rimuovere detergenti di manutenzione, sgrassanti, deceranti, anticalcare, ecc.).

Temperatura: il circolo fattoriale

Temperatura
L’azione dell’acqua calda (fino a 50°) favorisce l’azione detergente (deceratura, sgrassaggio). Anche la temperatura ambiente e dei locali dove si lavora condiziona il risultato dell’intervento.

Tempo di contatto: il circolo fattoriale

Tempo di contatto
È il tempo che occorre alla soluzione chimica per sviluppare la più efficace azione sullo sporco.

Azione meccanica: il circolo fattoriale

Azione meccanica
Sono tutte le azioni manuali e meccaniche che asportano lo sporco mantenuto in sospensione dalla soluzione detergente (lavaggio con mop, monospazzola, lavasciuga, ecc.).

Naturalmente questi fattori incidono in modo molto diverso sulle tecniche di pulizia perché i vari tipi di sporco sono più sensibili a uno specifico fattore e meno ad altri.

Lo sgrassaggio nel circolo fattoriale

Circolo fattoriale dello sgrassaggio

Per esempio, per rimuovere lo sporco grasso di origine organica o inorganica si può impiegare un detergente ad azione sgrassante in base acquosa o solvente che viene lasciato agire sullo sporco per almeno 10 minuti al fine di produrne il miglior distacco dalla superficie. Si può usare inoltre l’acqua calda fino a 55° per facilitare l’azione chimica. Le attrezzature le macchine che consentono la più efficace l’emozione dello sporco sono monospazzole, aspiraliquidi e lavasciuga.

La deceratura nel circolo fattoriale

Circolo fattoriale della deceratura

Anche per la rimozione delle protezioni cerose si utilizza lo stesso procedimento, ma impiegando un prodotto decerante al posto del detergente sgrassante reazione chimica risulta di tipo specifico riguardo la protezione e lo spessore da rimuovere.

La decalcarizzazione nel circolo fattoriale

Circolo fattoriale della decalcarizzazione

Per la rimozione dello sporco di origine calcarea e delle efflorescenze saline si utilizza un detergente fortemente acido che con un adeguato tempo di contatto sulla superficie, solubilizza i residui, rendendoli facilmente asportabili con l’azione meccanica. E, in questo caso la temperatura ha una influenza minima riguardo le altre azioni.

In questi casi specifici, la scelta del prodotto chimico più adatto e il suo tempo di contatto sullo sporco condizionano il risultato del lavoro molto più dell'intervento meccanico di esportazione. Quindi risulta molto importante saper utilizzare la migliore efficacia dei vari fattori in modo da ottenere un risultato ottimale.

Potete utilizzare la ricerca del sito e trovare la macchina più adatta alla vostra necessità. Se cercate informazioni specifiche sul tipo di sporco e la superficie da trattare, usate il modulo qui sotto e contattateci per trovare la soluzione professionale più adatta alle vostre esigenze!

CHIEDI INFORMAZIONI


* obbligatorio

PRODOTTI SELEZIONATI (/4)